Di Dott. Giorgio Pasetto – Centro Bernstein

L’inattività fisica è il quarto più importante fattore di rischio di mortalità nel mondo. Circa 3,2 milioni di persone muoiono ogni anno a causa dell’inattività fisica.

 

L’inattività fisica è un fattore di rischio fondamentale per le malattie non trasmissibili, quali le patologie cardiovascolari, i tumori e il diabete. L’attività fisica, al contrario, apporta benefici significativi alla salute e contribuisce a prevenire le malattie non trasmissibili. Nel mondo, un adulto su tre non è sufficientemente attivo. Nel 56% degli stati membri dell’OMS sono in atto politiche per contrastare l’inattività fisica. Sono questi alcuni dei dati che emergono dall’informativa OMS sull’attività fisica che il Ministero della Salute ha pubblicato sul suo sito. Con l’annotazione che gli Stati membri dell’OMS hanno concordato di ridurre del 10% l’inattività fisica entro il 2025.

 

Benefici dell’attività fisica
Un’attività fisica regolare di intensità moderata – ad esempio camminare, andare in bicicletta o praticare sport – apporta benefici significativi alla salute.
Livelli di attività fisica regolari e adeguati:
• aumentano il benessere muscolare e cardiorespiratorio;
• migliorano la salute ossea e funzionale;
• riducono il rischio di ipertensione, malattie cardiache coronariche, ictus, diabete, tumore della mammella e del colon e depressione;
• riducono il rischio di cadute e di fratture dell’anca o delle vertebre;
• sono fondamentali per l’equilibrio energetico e il controllo del peso.

 

Rischi legati all’inattività fisica
L’inattività fisica è il quarto più importante fattore di rischio di mortalità a livello mondiale e causa il 6% di tutti i decessi. È superato soltanto dall’ipertensione sanguigna (13%) e dal consumo di tabacco (9%) e si attesta allo stesso livello di rischio dell’iperglicemia (6%). Circa 3,2 milioni di persone muoiono ogni anno perché non sono abbastanza attive.
L’inattività fisica è la causa principale di circa:
• il 21-25% dei tumori della mammella e del colon
• il 27% dei casi di diabete
• il 30% delle malattie cardiache ischemiche.
Come aumentare il livello di attività fisica? Le politiche per aumentare il livello di attività fisica mirano a garantire che:
• camminare, andare in bicicletta e altre forme di trasporto attivo siano accessibili e sicure per tutti;
• le politiche relative al lavoro e al posto di lavoro incoraggino l’attività fisica;
• le scuole abbiano spazi e strutture sicuri per permettere agli studenti di occupare il tempo libero in maniera attiva;
• un’educazione fisica di qualità aiuti i bambini a sviluppare modelli di comportamento che permettano loro di rimanere attivi in tutto il corso dell’esistenza;
• impianti sportivi e ricreativi forniscano a tutti l’opportunità di praticare sport.

 

La risposta dell’OMS
Le “Raccomandazioni mondiali sull’attività fisica per la salute”, pubblicate dall’OMS nel 2010, sono incentrate sulla prevenzione primaria delle malattie non trasmissibili attraverso l’attività fisica.
Per il raggiungimento dei livelli consigliati di attività fisica nel mondo sono proposte diverse opzioni di policy, tra cui:
• l’elaborazione e attuazione di linee guida nazionali per l’attività fisica mirata al miglioramento della salute;
• l’integrazione dell’attività fisica nelle politiche di altri settori correlati, allo scopo di garantire che le politiche e i piani d’azione siano coerenti e complementari;
• il ricorso ai mass media per aumentare la consapevolezza sui benefici dell’attività fisica;
• la sorveglianza e il monitoraggio degli interventi per la promozione dell’attività fisica.
Per misurare i livelli di attività fisica, l’OMS ha elaborato il Questionario mondiale sull’attività fisica. Questo questionario aiuta i paesi a monitorare l’inattività fisica in quanto fattore di rischio tra i più importanti per le malattie non trasmissibili. Il “Piano d’azione mondiale per la prevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili 2013-2020” fornisce indicazioni agli Stati membri, all’OMS e alle altre agenzie delle Nazioni Unite sulla maniera di raggiungere efficacemente questi obiettivi.

 


AAAgents

«Decisamente dalla parte degli agenti»

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *