di Redazione

L’Assemblea Enasarco ha approvato, in data 16 aprile, il Bilancio consuntivo 2018 della Fondazione.

Il primo dato positivo è la crescita delle nuove iscrizioni relative all’anno 2018, pari a 11.158 unità.
I contribuenti Enasarco, però, diminuiscono ancora: gli iscritti attivi al fondo Previdenza che hanno versato i contributi nel 2018 risultano essere 228.100, con un differenziale negativo rispetto al 2017 pari a quasi 5.000 unità.
Questo dato conferma i numeri che avevamo presentato agli utenti di AAAgents qualche mese fa: clicca qui.
Dal bilancio emerge una forte tendenza all’evasione contributiva. Nel corso del 2018, su quasi 4.000 ispezioni (per la precisione 3.852) gli accertamenti hanno rilevato:
• una percentuale di irregolarità pari al 91.35%;
• un volume evaso di oltre 63 milioni di euro, in aumento rispetto al 2017 del 16,7%.
Spesso accade che le mandanti utilizzino la figura impropria del “procacciatore d’affari”, figura per cui non esistono riferimenti normativi chiari; le ricadute fiscali e previdenziali di questo tipo di inquadramento sono importanti e riguardano l’impossibilità di percepire le indennità e i versamenti contributivi per l’attività lavorativa svolta.
È necessaria una sensibilizzazione maggiore della Categoria affinché i versamenti contributivi a carico delle mandanti siano monitorati, al fine di non perdere le ritenute Enasarco che le aziende comunque applicano nelle fatture provvigioni, anche in ragione del periodo di prescrizione oltre i quali i contributi non versati non possono essere recuperati.

AAAgents

«Decisamente dalla parte degli agenti»

AndroidiOS

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[]