di Dr.Ing. Eliano Battista Cominetti*

Lisbona 1995, conferenza di Mario Silvano a 300 agenti di vendita di una importante società di comunicazione e raccolta pubblicitaria. Ho vissuto con lui due giornate di preparazione e di interviste ai venditori, ai loro responsabili e al management della società, al fine di giungere a formulare un nuovo modello di vendita in sintonia con le politiche commerciali dettate dall’azienda.

Difficile seguire, rielaborare e scrivere in tempo reale il pensiero di Mario Silvano nella sua ricerca dei dettagli e nella precisione dei suoi pensieri. Pretendeva da me una risposta, mi poneva domande e si irritava dei tempi che mi concedevo di riflettere su quell’argomento. Fu una palestra.
Ricordo che la sera prima della sua conferenza, dopo cena e dopo gli ultimi incontri, ci sedemmo su un divano posto nell’atrio dell’Hotel. Eravamo appesantiti dai lavori della giornata. Mentre avevo lo sguardo fisso su di un albero che si proiettava verso la vetrata aperta al cielo di Lisbona, mi chiese: «Che cosa vedi?».
Ero stanco e assonnato. Desideravo chiudere i lavori che sapevo mi attendevano nella notte: il copione della conferenza lo voleva scritto! Contavo le ore che mi rimanevano all’avvio dei lavori in plenaria. Che risposta dare? Che cosa vedevo? «Vedo le foglie dell’albero. Ecco che cosa vedo!».
Anche lui guardò l’albero.
Rimase in silenzio: «Sapevo di questa tua risposta». Sorpreso e un po’ assonnato risposi: «Perché?».

***

Questa è solo un’anteprima. Se vuoi continuare a leggere, ti aspettiamo sull’App: clicca qui!

[*Tratto dal libro dell’autore: I Signori rappresentanti si ricevono il martedì]

AAAgents

«Decisamente dalla parte degli agenti»

AndroidiOS

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *