di Redazione

Come ogni anno si torna a parlare di dichiarazione dei redditi, di detrazione e deduzione delle spese sostenute nel corso dell’anno precedente. Anche nel 2020 i contribuenti sono chiamati a dichiarare non solo i redditi percepiti nel corso dell’anno passato, ma anche le spese e gli oneri sostenuti, per conto proprio o di familiari a carico.

Quest’anno però le cose sono diverse perché a partire dal 1° gennaio 2020, sono entrate in vigore alcune importanti novità in tema di detrazioni fiscali 2020 che produrranno effetti sulle dichiarazioni dei redditi 2021. La legge di bilancio 2020 ha introdotto una rivoluzione nel mondo delle detrazioni fiscali del 19%, obbligando i contribuenti ad effettuare pagamenti tracciabili per poter fruire della detrazione fiscale del 19% sulla spesa sostenuta nell’anno d’imposta.
Quali sono i pagamenti tracciabili consentiti?
L’art. 23 del D. Lgs. n. 241/1997 riguarda il “Pagamento con mezzi diversi dal contante” ed elenca quelle che sostanzialmente sono le modalità di pagamento ammesse, ossia:
• carte di debito o bancomat;
• carte prepagate;
• assegni bancari e circolari;
• altri sistemi di pagamento tracciabile.
Queste modalità di pagamento, con la doverosa conservazione della copia o dell’evidenza del pagamento tracciabile, accanto al giustificativo di spesa consentono di beneficiare della detrazione fiscale del 19% sulla spesa sostenuta.

AAAgents

«Decisamente dalla parte degli agenti»

AndroidiOS

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *